Ripartiamo dalla nostra salute

Passato questo periodo di feste e con l’inizio del nuovo anno, arrivano anche i buoni propositi. E per liberarsi di questo senso di pesantezza, non c’è altro modo che “mettersi in riga”: ossia un po’ di attenzione ai cibi e un po’ di esercizio fisico. Se pensate che faccia ancora troppo freddo per dedicarsi alle attività all’aperto, potete considerare di praticare ginnastica posturale su un semplice tappetino da palestra in casa (costo medio 15€). Il fai da te normalmente sarebbe sconsigliato, ma pur di non rimanere troppo fermi, causa lock down e brutto tempo, il consiglio è quello di fare della ginnastica posturale dolce.

Se siete ferme da molti anni e vedete che senza l’iuto di un fisioterapista, non riuscite a muovere un muscolo, meglio attendere le indicazioni dello specialista. Se invece avete mantenuto anche solo un minimo di tono muscolare, allora potreste iniziare con cinque minuti di esercizio al giorno: da sdraiate, concentrandovi sulla rotazione del bacino. Basterà cercare di “appiattire” la colonna vertebrale sul tappetino, cercando di non lasciare spazio dietro la zona lombo sacrale e il pavimento; questo semplice movimento basterà per coinvolgere i muscoli addominali, i glutei e la parte superiore delle gambe. Una volta che questo vi riuscirà con disinvoltura potrete aggiungere qualche altro piccolo movimento; da tenere sempre presenti sia la respirazione che la dolcezza dei movimenti, per evitare di recare danni a schiena ed articolazioni.

Esattamente come siete approdate su questo sito, così potete trovare un valido aiuto su motori di ricerca video che propongono delle vere e proprie lezioni mirate alla corretta mobilità del bacino e della schiena. In particolar modo, quando si parla della salute delle donne, è bene ricordare quanto sia importante mantenere sano ed efficiente il tessuto muscolare della zona pelvica; specie per prevenire e curare disturbi quali l’incontinenza, il prolasso uterino ma anche la stitichezza e le eventuali ripercussioni sulle pareti dell’intestino.